Fondazione Maria Cristina Cicogna Mozzoni ONLUS

La Fondazione, l'origine, la missione:
Il 10 Gennaio 2014 si è costituita la fondazione di partecipazione “Fondazione Maria Cristina Cicogna Mozzoni ONLUS” (Codice Fiscale: 95079810123), con lo scopo di conservare, proteggere, promuovere e valorizzare il patrimonio artistico denominato “Villa Cicogna Mozzoni” di Bisuschio e persegue scopi di utilità sociale senza fini di lucro. La Fondazione prende il nome da Donna Maria Cristina Cicogna Mozzoni detta "Maricrì" che trascorse parte della sua vita nella villa di Bisuschio e la amò a tal punto da lasciare parte del suo patrimonio per la conservazione, la protezione e la cura di questa rara meraviglia rinascimentale.


Maria Cristina Cicogna Mozzoni insieme ai suoi fratelli Carlo e Niccolò


Il bene tutelato dalla Fondazione:
Il bene storico generalmente denominato “Villa Cicogna Mozzoni” è in realtà la dimora nobiliare di campagna, circondata da giardini, fatta costruire dalla famiglia Mozzoni ed è composto da:

  • Edificio più antico, costruito prima del 1440 ad uso di Casino di Caccia

  • Edificio costruito fra il 1535 e il 1560 che amplia il precedente ad uso di Villa di delizie, con ambienti affrescati nel XVI° sec., al piano terra vi sono alcune sale decorate nel corso del XVIII° secolo con stucchi e boiserie

  • Giardino di impianto rinascimentale con piante di bosso e alloro sagomate secondo l'arte topiaria, numerose fontane, statue e giochi d'acqua

    • giardino ampliato all'inizio del XVIII° secolo

    • parco all'inglese della fine del XVIII° secolo con alberi monumentali

    • serre aggiunte nella seconda metà del XIX° secolo
  • Archivio storico con documenti dal XIII° secolo al XX° secolo

  • Epigrafe di età imperiale (I-II d. C.)

Gli affreschi realizzati nel XVI° secolo sono riferibili alla scuola dei fratelli Campi di Cremona e ricoprono completamente le pareti interne ed esterne della villa (recentemente si è scoperto che alcuni dei soggetti pagani dipinti sono tratti da alcune illustrazioni a stampa contenute nei libri, “Le trasformazioni” di M. Lodovico Dolce con illustrazioni di Giovanni Antonio Rusconi (Venezia 1553) e “Emblemata” di Andrea Alciato (Lione 1550).
Gli interni sono arredati con mobili e oggetti usati dalla famiglia Cicogna Mozzoni durante il loro soggiorno, in parte dedicato alla villeggiatura e in parte dedicato alla gestione delle proprietà agricole e che testimoniano lo stile di vita e mettono in risalto l'aspetto abitativo della famiglia (camere da letto, biblioteca, sale di rappresentanza, strumenti musicali, ritratti, ecc.)

Il patrimonio della Fondazione:
I 7 fondatori, in sede di costituzione, hanno conferito il lascito di Donna Maria Cristina Cicogna Mozzoni. I fondatori conferiranno nei prossimi anni altre somme in denaro e contano di poter raccogliere altri fondi da donazioni, lasciti, contributi per beni culturali, fondi raccolti per progetti specifici e da quanto raccolto dalle attività di fund-raising.

Attività della Fondazione:
Gli ambiti di intervento saranno due: il primo è quello che agisce direttamente sul bene storico per perseguire gli scopi statutari di conservazione e promozione, mentre il secondo è quello che agisce verso l'esterno alla ricerca di forze economiche e umane per poter realizzare gli interventi di cui sopra.

Interventi diretti sul bene storico:

  • In stretta collaborazione con la Soprintendenza ai BBAAPP di Milano in occasione del rinnovo del vincolo, monitorare lo stato di conservazione dei numerosi manufatti e porre alla luce priorità di intervento, nonché predisporre un piano di schedatura dei manufatti secondo le norme. Per quanto riguarda il giardino e le zone verdi, redarre allo stesso modo uno stato di fatto con relativo elenco degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

  • Mantenere l'integrità, l'efficienza funzionale e l'identità del bene e delle sue parti e controllare costantemente le sue condizioni.

  • Affidare a ditte qualificate i lavori necessari e stesura piano di interventi straordinari

  • Estendere i servizi finalizzati alla conoscenza e valorizzazione del sito e migliorare gli allestimenti e i percorsi. Organizzare visite e incontri a scopo di istruzione, studio e formazione culturale, organizzare manifestazioni mostre ed esposizioni

Gestione risorse, ricerca partecipanti e fondi:

  • Gestione del patrimonio della Fondazione nel medio periodo al fine di garantire la manutenzione ordinaria e uno scadenzario sostenibile di interventi straordinari

  • Ricerca di partecipanti presso le istituzioni locali quali il Comune di Bisuschio, i Comuni della valle, la Comunità Montana del Monte Piambello, la Provincia e la Camera di Commercio di Varese, la Regione Lombardia e in ambito Nazionale

  • Ricerca di volontari, prestazioni professionali gratuite e lavoratori socialmente utili

  • Diffondere la conoscenza del sito e promuovere la crescita e l'arricchimento culturale della comunità locale

  • Attività di fund-raising e monitoraggio dei bandi inerenti i beni culturali, individuati i quali si procederà alla relativa richiesta di contributo

  • Instaurare rapporti diretti con fondazioni e associazioni similari, con Università, Sovrintendenze, Musei, Giardini, Scuole, professionisti ed Enti di tutti i generi in Italia e all'estero per sostegno, gemellaggi, scambi di informazioni e collaborazioni

  • Aderire ai sistemi museali locali e a reti di musei

  • Ricerca partecipanti, sostenitori, donatori e sponsor fra privati, ditte specializzate, istituti di credito

La Fondazione è ammessa al beneficio del 5 per mille dell'IRPEF

Fondazione MARIA CRISTINA CICOGNA MOZZONI ONLUS
Viale Cicogna, 8 - 21050 Bisuschio (VA) Italia
PEC: fondazione.mccmonlus@pec.it
Codice Fiscale: 95079810123
Banca: UBI - Banca Popolare di Bergano filiale di Bisuschio
Indirizzo: Via G. Mazzini, 28 – 21050 Bisuschio (Varese) Italia
Coordinate IBAN: IT07 W 05428 50670 0000 0000 1595
Codice SWIFT/BIC: BEPOIT21
Via: BLOPIT22